Chiusura “Alta Fermentazione”

Con la Willi’s Forest si chiude la stagione delle birre ad alta fermentazione. Come ogni anno con settembre si pongono a momentaneo riposo tutte le attrezzature in attesa della fredda stagione e delle sue birre a “bassa fermentazione”. Un ciclo che si perde nella notte dei tempi e che soltanto gli homebrewer riescono ad apprezzare completamente.
Lasciamo quindi maturare le quattro estive e diamoci un arrivederci!

jm40smallRAMMWF

Moo.com

Con la stagione 2016 mi sono deciso ad andare un passo oltre la timida autoproduzione e provare a dare un bel vestito alle mie birre. Mentre per le bottiglie è stato abbastanza semplice, non posso dire altrettanto per le etichette. Diversi siti offrono almeno a parole la stampa anche in piccole quantità, ma spesso si deve andare in fiducia. Dopo aver visto un paio di lavori da un amico ho voluto approfondire la conoscenza con Moo.com.
Ho compilato il form per la richiesta della campionatura e una volta ricevuta mi sono convinto, facevano proprio al caso mio.
Ho ordinato degli sticker rotondi per le mie tre nuove birre e visto che c’ero ho aggiunto pure dei piccoli adesivi con il QR code.
La realizzazione più la spedizione ha richiesto circa 10 giorni, la tempistica proposta dal sito è stata quindi pienamente rispettata, anzi un leggero anticipo.
Avendo già visto i campioni posso soltanto confermare l’ottima qualità di stampa, l’unico rammarico è per per lo sfondo bianco (la parte che va dal bordo del disegno al bordo della carta). Purtroppo lavorando con etichette sfumate non potevo scegliere uno dei colori proposti.
Se siete interessati a degli sticker in tinta unita andate pure tranquilli, se invece combinate più colori tenetene conto, oppure cercate di lavorare con uno dei loro numerosi template!
In ogni caso GRANDISSIMA MOO!!! Well done!

Great work @moo. #stickers #homebrewing

Una foto pubblicata da Gimo De Faveri (@gimodefaveri) in data:

The Malt Miller

2016-08-02_103624
Credo che il disagio maggiore per ogni homebrewer sia la gestione degli ingredienti: solitamente i lotti di produzione sono di 28-30 litri e le ricette non prevedono delle quantità “tonde”.
Mentre il problema si pone in misura “minore” per quanto riguarda i grani maltati che non costano tantissimo e hanno dei buoni sottomultipli, è fastidioso per il luppolo. Spesso ne devi usare un paio e magari in tutto ti servono 80-90 grammi.
Con quello che rimane o hai una macchina per il sottovuoto o 99 su 100 lo butterai (insieme ai soldi spesi).
In diversi anni di acquisti online e in negozi fisici non ho mai trovato nessuno che avesse una soluzione al problema finchè non ho incrociato sulla mia strada The Malt Miller.
Il sito offre due modalità di acquisto, una standard e una personalizzata. La personalizzata prevede che inseriate e condividiate la ricetta, direi che come deal ci può stare! In questo modo tutti gli ingredienti vi verranno confezionati ad hoc e in caso di acquisti per più ricette verranno etichettati come da foto. Volete mettere il lusso di non sprecare nulla o di non avere mille pacchettini aperti che girano per il frigo?
Dimenticavo, il servizio è totalmente gratuito!!!

N.B. per il luppolo il servizio viene offerto esclusivamente per il confezionamento in pellet.

Malts from @themaltmiller

Una foto pubblicata da Gimo De Faveri (@gimodefaveri) in data:

Columbus hop from @themaltmiller

Una foto pubblicata da Gimo De Faveri (@gimodefaveri) in data:

Ruby Afternoon

Esce oggi la mia nuova birra, Ruby Afternoon.

Ecco la descrizione e scheda tecnica

RA